Dal 27 al 29 Settembre 2013 il Murgiafest – Ecofestival dell’Alta Murgia avrà una grande novità. Giunti alla quarta edizione, infatti, abbiamo deciso di non fermarci ad una sola sera, ma di provare per tre giorni a dare un sapore nuovo al nostro paese e di far conoscere, mediante la cultura, l’arte, la natura, la promozione di prodotti biologici, biodinamici e di filiera corta, una nuova cultura del vivere e dell’abitare, improntata a nuovi stili di vita eco-sostenibili.

Anche quest’anno possiamo essere orgogliosi di portare nella città di Santeramo in Colle un evento che mira al cambiamento, alla crescita ed alla sensibilizzazione della collettività verso temi come l’ambiente, la cultura e l’ecosostenibilità.
L’associazione Culturale “Arci Stand By;”, grazie al supporto di Gal terre di Murgia, Parco dell’Alta Murgia, Comune di Santeramo in Colle e Regione Puglia e al prezioso contributo proveniente dalle numerose associazioni santeramane quali CGIL SPI, Legambiente,  ArcheClub Santeramo e Gruppo Ciclisti Santeramo che con i ragazzi che fanno volontariato per l’ass. Arci Stand By; renderanno possibile la buona riuscita di questo festival di tre giorni ricchi di numerose attività.

Attività per la sensibilizzazione verso l’Ecosostenibilità:
Numerose come ogni hanno le attività che vedono sempre più interesse da parte dei cittadini. Molte le escursioni organizzate da Legambiente Santeramo:

  • Sabato 28: escursione a piedi a cura di Legambiente Santeramo in zona Lamalunga;
  • Domenica 29 passeggiata: ecologica in bicicletta la “Masseria Galietti “, antica e storica masseria 800′, segnata da una serie di percorsi storico-naturalistici, dove muniti di guanti e pinze i partecipanti hanno ripulito,conoscendo flora e fauna il meraviglioso bosco che circonda il sito (a cura del Gruppo Ciclistico Santeramo, Legambiente Santeramo, Angelo Margherita e ArcheoClub Santeramo )
  • Domenica 29 escursione a cura dell’ArcheoClub Santeramo con destinazione “Murgia della Morsara “;

Attività Culturali:
Il Palazzo Marchesale è stato il fulcro delle attività legate alle cultura.
Durante i tre giorni, le stanze del palazzo hanno ospitato diverse mostre, quali:

  • Mostra pittorica e artistica,estemporanea di pittura;
  • Mostra-reportage a cura dell’ArcheoClub di Santeramo “ ITALIA-TURCHIA : il vivere in grotta lungo le vie della Puglia e della Cappadocia” presso la sala “Don Tonino Bello”;

Inoltre si spettacoli di danza come:

  • “MORÌAE ENCOMIUM” e ” ANIME SALVE “, spettacolo di danza a cura di Vita Stasolla, venerdì 27;
  • Domenica 29 con lo spettacolo di improvvisazione di Michele Ciccimarra e Vita Stasolla e

Per tutti e tre i giorni spettacoli itineranti a cura dell’associazione ” SOPRA LA PANCA” e ” LUCESARE cantastorie”
Sempre presente nello spiazzale antistante il palazzo Marchesale lo stand di BookCrossing a cura della “Carovana del Libro”

Venerdì 27

  • ore 18.30 – PALAZZO MARCHESALE – Inaugurazione Mostre
  • dalle 18.30 alle 23 – PALAZZO MARCHESALE
    – mostra pittorica e artistica,estemporanea di pittura (ingresso Palazzo Marchesale)
    – mostra-reportage a cura dell’ArcheoClub di Santeramo “ ITALIA-TURCHIA : il vivere in grotta lungo le vie della Puglia e della Cappadocia” presso la sala “Don Tonino Bello”.
    (ingresso Palazzo Marchesale, piazza Garibaldi)
  • dalle 19 alle 23 – PIAZZA GARIBALDI
    -Percorso avventura su struttura artificiale a cura del Parco dei Briganti (www.parcodebriganti.it)
  • ore 20 – PIAZZA DEL LAGO
    – ” Maya moglie perfetta”, spettacolo con pupazzi e burattini di Tina Latorre (http://trasformarti.wix.com/tinalatorre )
  • ore 21 – PALAZZO MARCHESALE
    – ” ANIME SALVE ” – spettacolo di danza a cura di Vita Stasolla
  • ore 22 – PIAZZA CHIANCONE
    – Concerto – U’Papun (folk / etno-rock – http://www.upapun.it/)
     

Sabato 28

  • ore 15 – (Partenza da Piazza Garibaldi) – Escursione a piedi a cura di Legambiente Santeramo in zona Lamalunga
  • dalle 16.30alle 18.30 – GIARDINO DEI PADRI MONFORTANI  – “ Il profumo dei fiori ” Laboratorio di DanzaMovimentoTerapia per bambini a cura della Dottoressa Maria Bongallino ( PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, riservato au un max di 20 partecipanti)
  • dalle 18.30 alle 23 – PALAZZO MARCHESALE
    -mostra pittora e fotografica
    -estemporanee pittoriche
  • alle 19 alle 23 – PIAZZA GARIBALDI
    – Percorso avventura su struttura artificiale a cura del Parco dei Briganti (www.parcodebriganti.it)
  • ore 19 – PALAZZO MARCHESALE
    – Dibattito a cura di Legambiente Santeramo dal tema: “Il parco dell’Alta Murgia: una concreta opportunità di riconversione e rilancio dell’economia locale”
  • ore 20 e ore 21.30 – PIAZZA DEL LAGO
    – “Burattini in libertà”, spettacolo di teatro dei burattini con Chiara Bitetti e Enrico Castellaneta
  • ore 20.30 e 22 – PALAZZO MARCHESALE
    – “TERRA MADRE – performance di danza con elementi di danzaterapia
  • ore 21 – PALAZZO MARCHESALE
    – Proiezione documentario “Alta Murgia : Una terra strana”
  • dalle 21 alle 24 – PIAZZA GIOVANNI PAOLO II – Serata di Tango di Strada a cura di Carlo Molinari
  • ore 22 – PIAZZA CHIANCONE – Concerto – RuaD (irish folk –www.facebook.com/ruad.band)

Domenica 29

  • ore 8 (raduno in Piazza Garibaldi con partenza alle ore 8.30) – Passeggiata ecologica in bicicletta a cura del Gruppo Ciclistico Santeramo, Legambiente Santeramo, Angelo Margherita e ArcheoClub Santeramo.
    Passeggiata che si snoderà tra le vie del centro per raggiungere la “Masseria Galietti “, antica e storica masseria 800′, segnata da una serie di percorsi storico-naturalistici, dove muniti di guanti e pinze ripuliremo,conoscendo flora e fauna il meraviglioso bosco che circonda il sito.
  • ore 9 (raduno in Largo Pietà con partenza alle ore 9.30) – Escursione in mountain-bike (livello avanzato) a cura di Legambiente Santeramo con destinazione Murgia della Morsara
  • ore 12.30 – PIAZZA CHIANCONE
    -TUTTI A TAVOLA, in collaborazione con SPI CGIL
    Grande pranzo finale dopo una lunga pedalata e prima di una bella camminata….
    A fine delle diverse escursioni sarà possibile sostare in piazza chiancone e degustare un buon pranzo domenicale.
  • ore 15 – (raduno in Piazza Chiancone)
    – Escursione a cura dell’ArcheoClub Santeramo con destinazione “Murgia della Morsara ”
  • ore 16 – PIAZZA CHIANCONE
    – RiGIOCO, laboratori e costruzione di giochi per bambini e adulti con materiale di recupero
  • dalle 18.30 alle 23 – PALAZZO MARCHESALE
    -Mostre pittoriche e fotografiche
    -Estemporanee pittoriche
  • dalle 18 alle 21 – PIAZZA DEL LAGO
    – “LUDITERRANEO, gioco meridiano” animazione e giochi in legno (https://www.facebook.com/Luditerraneo )
  • dalle 19 alle 23 – PIAZZA GARIBALDI – Percorso avventura su struttura artificiale a cura del Parco dei Briganti (www.parcodebriganti.it)
  • ore 21- PALAZZO MARCHESALE
    – Spettacolo di improvvisazione musica e danza
  • ore 22 – PIAZZA CHIANCONE
    – Kerlox Dynamic Band (dub/world music),serata in collaborazione con l’Associazione “La Tavolozza “
    *27-28-29 -spettacoli itineranti a cura dell’associazione ” SOPRA LA PANCA” e ” LUCESARE cantastorie”

Nelle tre giornate del Murgiafest, per le vie del centro storico, saranno presenti stand enogastronomici che promuovo i prodotti a Km 0, un’area dedicata al bookcrossing a cura della ” CAROVANA DEL LIBRO”, bancarelle di artigianato e aziende, associazioni e realtà che operano sul territorio.
Vi aspettiamo…per far sì che la nostra festa sia la festa di tutti perchè tutte i pète servene o paräte!!

Consci che il detto santermano “Tutte i pète sèrvene o paräte” non è stato solo uno slogan per riempirci felpe e magliette, ci sembra doveroso dare un volto ed un ringraziamento a chi ha effettivamente contribuito alla costruzione di questo Murgiafest  2013.
Generazioni di padri e nonni muratori ci insegnano che alla base del muretto vanno sempre le pietre più grosse. Iniziamo perciò da chi questi materiali per la costruzione li ha comprati, finanziati, sostenuti: in primis il Comune di Santeramo in Colle e la Regione Puglia, a dimostrazione del fatto che le rivoluzioni partono sempre dal basso, che per cambiare il mondo bisogna prima partire dalla terra su cui camminiamo quotidianamente. In secundis, ma non per importanza, il Parco dell’Alta Murgia e il GAL- Terre di Murgia, a cui diciamo grazie per aver giudicato meritevole di interesse il nostro progetto, inserendolo nella più ampia sfera della valorizzazione e protezione delle risorse culturali e naturali di cui è ricco il nostro Territorio. Senza dimenticare la partecipazione attiva di Legambiente e Confagricoltura, portatrici di quei valori di rispetto e attenzione per le emergenze ambientali da un lato, e sviluppo dell’agricoltura all’insegna dell’innovazione e della qualità dall’altro.
Passiamo ora a chi ha smussato gli angoli delle nostre pietre, rendendole levigate e meno spigolose, affinché tutto filasse via senza intoppi: ringraziamo perciò l’ASL di competenza, l’ufficio di Commercio,  il Comando dei Vigili Urbani, i Carabinieri, la Croce Rossa e l’assessore Michele Cardascia, per aver partecipato a tutte le iniziative, da quelle più goliardiche a quelle più serie.
Porzione per porzione, strato su strato, il muretto ha così iniziato a crescere: pietre a contatto tra loro, che si sfiorano appoggiate l’una all’altra, pietre come simbolo di tutte le attività locali che hanno partecipato al festival: dalla Macelleria Laertina e il Caseificio Macelleria Nuzzi, che hanno ampliato il nostro menù sia con l’immancabile panino con salsiccia che con formaggi e latticini così tipici e gustosi, al negozio Tutto Sfuso di Altamura, per aver reso possibile la preparazione di piatti con cicerchia, ceci e zuppa di legumi che hanno deliziato le papille gustative non solo di genitori e nonni, ma anche di ragazzi e ragazze curiosi di scoprire sapori “nuovi” per loro ma tradizionali per la nostra cucina. Ringraziamo inoltre chi ci ha addolcito il palato, la pasticceria Millevoglie, i cui dolci erano come ciliegie: uno tirava l’altro. Nondimeno, un grazie va a chi ci ha dissetati, come l’enoteca santermana Le vie del Vino e il birrificio pugliese Birranova, per i litri di birra artigianale e vino rosso e bianco forniti. D’altronde si sa, «chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere».
Giunti a questo punto, possiamo soffermarci su ciò che ha tenuto unite queste innumerevoli pietre, su ciò che trapelava dagli interstizi e ha fatto da collante a tutta la manifestazione: il lavoro dei volontari, dal mondo degli artisti a quello delle associazioni. Una malta composta da musicisti, ballerini, pittori, attori, fotografi e artigiani; da chi ha puntato sulla riscoperta del territorio attraverso passeggiate ecologiche ed escursioni a piedi e in bici, organizzate dal Gruppo Ciclistico Santermano, Legambiente e le associazioni Archeowalking e Archeoclub, che hanno visto la cospicua partecipazione dei Diavoli neri gruppo di soft air; così come da chi ha intrattenuto grandi e piccini con il percorso avventura sulla struttura artificiale posta in piazza Garibaldi, con i giochi di legno posti in piazza del Lago, con spettacoli di pupazzi e burattini, con un grazie rispettivamente al Parco dei Briganti e alle associazioni Luditerraneo e Sopra la Panca. Ringraziamenti speciali vanno anche allo S.p.i-Cgil per averci aiutato a servire le pietanze sia venerdì che domenica sera, al panificio House of  Bread per averci sfamato nel pranzo domenicale in piazza Chiancone, alla associazione Libera e al corpo non violento di Operazione Colomba, per averci ricordato sia di combattere sempre per la legalità e la giustizia, sia che la nonviolenza è “l’unica via per ottenere una Pace vera”.
Sperando di aver costruito un muro solido, esteticamente e profondamente eco-sostenibile, l’Arci Stand-by vi aspetta l’anno prossimo, con la cazzuola in mano e tanta voglia di ripetere l’esperienza migliorando sempre di più, e imparando dai nostri errori. Perché, come dice Henry Ford: “Avere un’idea, è un’ottima cosa. Ma è ancora meglio sapere come portarla avanti”.